vecchi omicidi
vecchi omicidi
5.0 su 5 stelle VECCHI OMICIDI, 22 novembre 2014
Di DAVIDE DE FELICIS
Acquisto verificato Questa recensione è su: Vecchi omicidi (Formato Kindle)
OTTIMO ROMANZO, PIENO DI RIBALTAMENTI E CON UNA PARTE STORICA ACCURATA. MI SONO PIACIUTI MOLTO I PROTAGONISTI, PIÙ REALI DI QUANTO SI CREDA. INTERESSANTE LA PSICOLOGIA DEI PERSONAGGI, SOPRATTUTTO DI CHI È STATO BAMBINO NEGLI ANNI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE. CONSIGLIATO.

5.0 su 5 stelle Un buon libro da leggere, 25 novembre 2014
Di MARCO REGALI
Questa recensione è su: Vecchi omicidi (Formato Kindle)
Storia intrigante, ben descritta ed ottimamente ambientata. Un autore piacevole ed ironico che rende molto godibile la lettura del romanzo che scorre rapidamente senza mai annoiare. Siamo in paziente attesa della prossima opera!!!

4.0 su 5 stelle Bella storia!, 10 novembre 2014
Questa recensione è su: Vecchi omicidi (Formato Kindle)|Acquisto verificato
Avevo già letto "Il pretesto" dello stesso autore che avevo molto apprezzato. "Vecchi omicidi" è ancora più avvincente. Consigliato a chi ama il genere e la buona scrittura.

4.0 su 5 stelle Avvincente!!!, 5 agosto 2014
Di Monica Antonelli (Lucca)
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato
Mi ha soddisfatto!!!
L'ambientazione, la storia, i personaggi sono stati descritti molto bene; e soprattutto è stato descritto il periodo fra le 2 vicende in maniera precisa e dettagliata senza cadere nel banale.

3.0 su 5 stelle Semi-thriller, 30 luglio 2014
Di Maria Veronese
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato
Diciamo che il contesto è piacevole, anche se i riferimenti sono prettamente rivolti alla seconda guerra mondiale, un periodo sicuramente difficile. Ho trovato un pò deludente la scarsa azione, visto i personaggi e le attività svolte.. Per il resto è una lettura che consiglio.

26 luglio 2014
Ho letto finalmente il suo "Vecchi omicidi" e mi sono commossa: la vecchiaia, la memoria e la vendetta e/o il perdono sono temi importanti, "pesanti" e lei ha saputo trattarli con leggerezza e compassione.
Marisa.A.

4.0 su 5 stelle Bello e avvincente.. 2 maggio 2014
Di Francesco d'Elia
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato
Bellissimi e ben tratteggiati personaggi, attenzione all'attualità e capacità di costruire una trama avvincente. Dai vari flashback qualcosa si riesce ad intuire ma il finale non è per niente scontato.. Assolutamente consigliato..

5.0 su 5 stelle Interessante romanzo.... 28 aprile 2014
Di adrian
Formato:Formato Kindle|Acquisto verificato
Un autore sconosciuto che dà prova di saper scrivere: il romanzo si legge bene e la trama è singolare. Consigliato!

Un giallo per le strade di Torino... 11 dicembre 2013

Sergio Velluto - presentazione 'Vecchi omicidi' - Claudiana TorinoÉ stato presentato ieri sera nella saletta della Libreria Claudiana di Torino il nuovo libro di Sergio Velluto, che non è solo scrittore ed esperto di comunicazione, ma anche personaggio di rilievo della comunità valdese. E per la Tavola Valdese è responsabile creativo della campagna Otto per Mille, insieme a Simona Menghini, che si occupa di comunicazione e marketing. Ed è in questo ruolo che ha partecipato lo scorso anno a Redazione Aperta, il laboratorio che ogni estate raccoglie a Opicina, ospite dalla comunità di Trieste, la redazione del portale dell’ebraismo italiano e numerosi collaboratori e ospiti per due settimane di lavoro comune. L’occasione di ieri però era molto differente: invece di ragionare sulle politiche di comunicazione più adatte alle minoranze che vogliono raccontarsi alla società Sergio Velluto ha raccontato la sua esperienza di romanziere, che in questa occasione è anche editore di se stesso. “Vecchi omicidi” è un giallo ambientato a Torino, e del libro e delle sue caratteristiche l’autore ha parlato con Silvio Lavalle, giornalista, amico e grande lettore e con Cadigia Perin, che ha spiegato come un attento uso di internet possa aiutare diffondere i libri, sia cartacei che elettronici. La conclusione però è stata sorprendente: il sistema migliore è ancora il passa parola.

See more at:moked.it

mille grazie del libro che mi hai mandato, che è stato un gradito dono, e che mi ha fatto passare delle belle ore, tra le fantasie di amori di agenti del Mossad e di responsabili dei servizi vaticani, descrizioni di ambienti torinesi e inquietudini varie.
Complimenti per una scrittura attraente e piacevole.
B.S. Torino

... lo abbiamo considerato molto ben scritto ma non abbastanza thriller per le nostre collane.
Marsilio Editore

Grazie, l'ho letto veramente con piacere
A.B. Catania

Innanzi tutto volevo complimentarmi con te per l'ottima riuscita del tuo 2° romanzo storico "Vecchi omicidi", le cui pagine ho letto davvero con piacere ed interesse, perché riaprono alcuni dei capitoli più bui della nostra storia contemporanea trattandoli con obiettività e chiarezza storica, andando a riscavare anche le pagine nere degli archivi segreti vaticani che nascondevano le atroci verità delle persecuzioni e delle torture inflitte alle vittime di quella guerra...
G.M. Castel di Sangro

corriere della seraCorriere economia, supplemento del Corriere della Sera 14 luglio 2014

cassonetto

Incredibile atto di vandalismo a San Donato

Rumeno morto nel cassonetto

Torino, 27 aprile

L'hanno trovato morto nel cassonetto di fronte al civico 18 di via Carena, nel quartiere di San Donato. A fare la macabra scoperta ieri alle otto è stata la squadra dell'Amiat che, come tutte le mattine a quell'ora, stava provvedendo a svuotare i cassonetti. Angela Tarditi, coniugata 36 anni, che guidava il camion non si era accorta di nulla. Solo il collega Antonio Caprifico di anni 45, che era a terra, ha avuto l'impressione che in quel cassonetto ci fosse qualcosa di strano. I vicini hanno confermato che si trattava di una persona tranquilla che conduceva una vita normale.
Nessuno pensava che potesse fare una brutta fine.

La vittima Dragan Gheorghe Vasilescu, 81 anni, di nazionalità rumena lascia una figlia, Maria Viorica, 40 anni di professione badante.

I Carabinieri stanno indagando a 360 gradi senza escludere nessuna ipotesi, nemmeno quella del suicidio. Il presidente della Circoscrizione ha dichiarato che San Donato non è razzista e ha indetto una manifestazione di solidarietà.

Incredibile atto di vandalismo a San Donato
Torino, 27 aprile
L'hanno trovato morto nel cassonetto di fronte al civico 18 di via Carena, nel quartiere di San Donato. A fare la macabra scoperta ieri alle otto è stata la squadra dell'Amiat che, come tutte le mattine a quell'ora, stava provvedendo a svuotare i cassonetti.
download
Compra online il libro su Amazon
oppure scarica adesso
una copia pdf di Vecchi omicidi a solo 1 euro e 90.
Pagamento on line con carta di credito.
Acquisto online
Download e-book
ellys island

Con l'ultimo violento sobbalzo il treno si fermò sui binari. La mamma mi passò la cartella dicendo: "Attento a non dimenticare nulla". Io, invece, avrei avuto una gran voglia di scordare tutto: la cartella, quel viaggio e le cose che stavano succedendo. Ma, purtroppo, non è stato possibile: il ricordo di quel che accadde dopo quella notte ha segnato tutta la mia vita.

Scendemmo sul marciapiede. Nessuno parlava, si udiva solo il calpestio leggero di passi affrettati. La guida controllò che ci fossimo tutti e avanzò decisa verso l'uscita laterale.
Fuori dalla stazione era buio e i pochi lampioni accesi avevano le luci basse per via dei bombardamenti. Due automobili ci aspettavano con il motore acceso. Il freddo congelava batuffoli di fumo che uscivano a singhiozzo dagli scappamenti.

Salimmo in cinque o sei in ogni vettura, in fretta e senza troppi convenevoli. Mi ritrovai sul sedile posteriore schiacciato contro mia madre. Mi sembrò che accanto a lei ci fosse un'altra donna, ma non volli rischiare di incrociare il suo sguardo. Preferii guardare fuori stringendomi la cartella sulle ginocchia. Il rombo cupo del motore preannunciò la partenza. Ci inerpicammo di corsa sulla montagna attraverso il bosco, ogni tanto ci passavano accanto dei gruppi di case.

 

Con l'ultimo violento sobbalzo il treno si fermò sui binari. La mamma mi passò la cartella dicendo: "Attento a non dimenticare nulla". Io, invece, avrei avuto una gran voglia di scordare tutto: la cartella, quel viaggio e le cose che stavano succedendo.
Ma, purtroppo, non è stato possibile: il ricordo di quel che accadde dopo quella notte ha segnato tutta la mia vita.
sergio velluto
Leggi la biografia e scopri gli altri libri scritti da Sergio Velluto L'autore
sergio velluto
Scarica gratis il pdf con le prime 20 pagine di Vecchi omicidi, l'ultimo romanzo di Sergio Velluto. Scarica gratis
Vecchi Omicidi - L'ultimo romanzo di Sergio Velluto - Edizioni Web & Com ®, Torino - P.IVA 10208070010 - © 2013